Anomalie fiscali in calzaturificio, la GdF sequestra 600mila euro

SAN FELICE A CANCELLO – Ecco il comunicato stampa, predisposto dalla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere, inerente all’esecuzione, da parte della Compagnia della Guardia di Finanza di Marcianise, di un decreto di sequestro preventivo per un valore complessivo di oltre 600.000 euro, avente ad oggetto le disponibilità finanziarie di una società con sede a San Felice a Cancello (CE) e operante nel settore della fabbricazione di calzature, nonché il patrimonio del rappresentante legale.

L’adozione della misura cautelare reale è intervenuta a seguito di una verifica fiscale eseguita dalle Fiamme Gialle con riferimento agli anni dal 2014 al 2018 che ha permesso di scoprire una frode fiscale organizzata da P.A., cl. 1966, legale rappresentante della società verificata che, attraverso la costituzione di una società fittizia intestata a un soggetto prestanome, aveva prodotto fatture false utilizzate dalla propria impresa per abbattere il debito fiscale ai fini reddituali e dell’IVA per circa 1,3 milioni di euro, che hanno contribuito a generare un’evasione d’imposta per oltre 600.000 euro.