Carlo Raucci (Campania Libera): “Poche promesse per onorarle tutte”

SANTA MARIA CAPUA VETERE – Carlo Raucci, Ingegnere, professionista e imprenditore, candidato alle prossime Regionali nella lista Campania Libera con De Luca Presidente, ha le idee chiare: poche promesse per mantenerle tutte. “Ho scelto le vie della città fuori da stereotipi elettorali per trasmettere il mio messaggio alle cittadine e ai cittadini cui chiedo il voto.Il mio è semplice, di impegno. Dopo qualche decennio di presenza al lavoro professionale e d’impresa,  conosco i bisogni delle mia terra e della mia gente. Guardo alla politica non per avere (non ne ho bisogno) ma per dare. Nel secondo tratto della mia vita produttiva, piuttosto che a un comodo riposo guardo all’impegno per la Comunità. Questo è il senso della mia candidatura alle Elezioni Regionali. Non siamo tutti uguali – continua Raucci – a partire dalla visione politica. Con De Luca scegliamo la giustizia, la libertà, la uguaglianza degli umani e dei cittadini. Della solidarietà sociale e dell’equa distribuzione della ricchezza facciamo un principio fondante. Negli ultimi cinque anni si è fatto tanto in settori come Difesa del lavoro, Ambiente, Rifiuti, Sanità (pensi alla gestione della COVID-19): risultati sorprendenti, inattesi. Ora si deve proseguire… Perché scegliere me? Quaranta anni di professione spesi in edilizia, infrastrutture, ambiente ecc. e altrettanti da imprenditore nei controlli di qualità delle costruzioni e dell’ambiente, valgono o no qualcosa? Vanto qualche competenza, mi impegnerò per questo scopo: spendere a pro di tutti la mia esperienza”. E sugli obiettivi:  “Sostegno a lavoro e occupazione: è la difesa dell’oggi; sostegno alla competenza e formazione nel lavoro: è la difesa  dei lavoratori per il domani; sviluppo della digitalizzazione pubblica e privata: necessario per stare al passo con i paesi avanzati e per riformare la burocrazia; snellimento delle procedure per togliere il freno che strozza il sistema produttivo; E per la Campania rivedere in Parlamento il sistema della vigente Legislazione concorrente per liberare dai troppi vincoli Edilizia, Ecologia, Governo del Territorio. Ho competenza in materia e voglio spenderla per la mia Città, la Provincia, la Regione, la nostra Italia. Uniti si può”.