Ecco il biglietto da visita della nostra città: e la Soprintendenza…?

SANTA MARIA CAPUA VETERE – La giornata di ieri ha segnato la riapertura del monumento più rappresentativo della città di Santa Maria Capua Vetere, quell’Anfiteatro Campano dato in pasto alle cronache dopo la bravata dei quattro giovani che qualche giorno fa si arrampicarono sul tetto per poi scendere con l’ausilio dei vigili del fuoco, della Polizia Municipale e dei carabinieri. Gesto disprezzabile, da condannare! Come condanniamo, sdegnati, anche ‘l’abitino’ preparato dalla Soprintendenza alla riapertura dei cancelli dell’area di Spartaco: queste sono le foto di Daniela Ciarmiello e Angelo Tessitore apparse sui sociale per denunciare la condizione in cui versa il simbolo dei sammaritani. Giudicate da soli!