Flop Turismo, Sadutto invoca sinergia istituzionale tra Mibact e Regione Campania

SANTA MARIA CAPUA VETERE – “La recente rilevazione del Sole 24 Ore sul numero di visitatori nei musei italiani nel post-lockdown, conferma ancora una volta la Reggia di Caserta nel ruolo di fanalino di coda. Un dato allarmante che richiede un intervento immediato delle istituzioni per far sì che venga incentivato il turismo culturale nella nostra provincia, mettendo in rete monumenti, siti e musei”.

È il commento di Annamaria Sadutto, candidata al Consiglio Regionale della Campania nelle liste del Partito Democratico-circoscrizione Caserta.

“Il Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo con le Soprintendenze competenti, da un lato, e Regione Campania ed Enti Locali, dall’altro, coinvolgendo anche imprese e forze sociali, devono dare vita ad una vera sinergia istituzionale che sia in grado di inserire tanto la Reggia di Caserta quanto gli altri gioielli che impreziosiscono Terra di Lavoro, in circuiti turistici e culturali di spessore in grado di attirare visitatori e di creare quel turismo stanziale capace di far sviluppare le attività del posto e far crescere l’economia locale.

In questo ambito, la Regione Campania dovrà giocare un ruolo fondamentale per non condannare Caserta e la sua provincia a Cenerentola del turismo culturale non solo a livello regionale, ma del Meridione e dell’intera Italia”, conclude Sadutto.