Guglielmo Gicco cerca casa: “Illuso dall’amministrazione, abbandonato da consiglieri e assessori”

SANTA MARIA CAPUA VETERE – “La chiusura dell’ex Caserma Mario Fiore e la mancanza di una struttura che possa ospitare la mia palestra è uno schiaffo all’intera città di Santa Maria Capua Vetere e ai suoi abitanti”. Lo ha dichiarato il campione di pugilato e… tanto altro Guglielmo Gicco che già nei giorni scorsi ha fatto sentire la sua voce e che ha tutta l’intenzione di rincarare la dose: “Sono stato sedotto e abbandonato dall’Amministrazione Comunale che, in primo momento si era fatta carico della problematica e poi mi ha improvvisamente scaricato; sono stato illuso da un consigliere e un assessore in particolare, dei quali probabilmente parleremo più avanti, che mi avevano fatto toccare il cielo con un dito per poi rinnegarsi tutto e fare un passo indietro. Da sempre ho offerto spazio ai concittadini, soprattutto quelli provenienti dalle fasce più deboli, in modo gratuito e volontario, e ho garantito loro un’alternativa alla strada e ai suoi rischi. Eppure nessuno si mostra sensibile all’argomento, lasciando disattese le promesse elettorali. Non mi interesso di politica, ma di sport: non mi intrigano le dinamiche… voglio solo accendere i riflettori su una vicenda che ha penalizzato molti giovani sammaritani e non”.