Luigi Bosco: “Impegnato nel preservare il Melorio e nel potenziamento di Maddaloni”

NAPOLI – Il Presidio Ospedaliero di Maddaloni sarà potenziato nell’ottica della lotta al covid 19. Previsti nuovi posti di terapia intensiva a Teano e non più a Santa Maria Capua Vetere.

La decisione è stata presa dal Direttore Generale dell’ASL di Caserta, il quale, nell’ottica dell’organizzazione del territorio provinciale nel contrasto all’epidemia, ha ritenuto opportuno potenziare ulteriormente il Presidio di Maddaloni con altri 20 posti letto per la degenza da realizzare al terzo piano della struttura sanitaria.

E’ stato, altresì, deciso di avviare lavori all’Ospedale di Comunità di Teano per realizzare, a titolo precauzionale, 20 posti di letto per le degenza ed altri posti per la terapia intensiva.

Nuovi posti di terapia intensiva nella struttura di Teano, dunque, e non più a Santa Maria Capua Vetere, come nell’originaria previsione.

Una scelta giusta ed intelligente, perchè, in questo modo, da un lato si dà un nuovo impulso ad una struttura poco utilizzata come l’Ospedale di Comunità di Teano, dall’altro si evita la chiusura del Pronto Soccorso e di altri reparti in un presidio come il Melorio che, ad oggi, costituisce importante e nevralgico punto di riferimento sanitario di un’intera conurbazione.