Maltrattamenti, lesioni e minacce, assolto perché il fatto non sussiste

CARINOLA – Uomo di Carinola, R. P. era stato denunciato dalla ex convivente per maltrattamenti, lesioni personali e minaccia. Il procedimento era nato dalla denuncia presentata dalla ex convivente C. V.. L’uomo era stato citato in giudizio dinanzi alla dottoressa Auriemma della Seconda Sezione Penale del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere. L’uomo era difeso dagli avvocati Angelo Librace e Antonietta Montano. Il giudice ha emesso sentenza di assoluzione perché il fatto non sussiste per quanto riguarda il reato dei maltrattamenti contro i familiari e non doversi procedere per intervenuta rimessione di querela per gli altri reati. Sono state accolte le tesi difensive dell’avv. Librace e con la collaborazione degli Avv. Montano che attraverso un lavoro minuzioso ha fatto crollare il castello accusatorio.