Moronese (Cinque Stelle): “Il comune vanta un credito di 4 mln di euro che può subito incassare…”

SANTA MARIA CAPUA VETERE/ROMA – La senatrice del Movimento Cinque Stelle Vilma Moronese ha pubblicato un post molto interessante sulla pagina facebook che proponiamo integralmente a i nostri lettori circa un credito di quattro milioni di euro che il comune vanta e può immediatamente incassare.

Buongiorno, ho un’importante notizia per i cittadini della mia città, stanno per arrivare diversi milioni di euro, e li potremo utilizzare per progetti, e/o servizi che decideremo tutti assieme!

Infatti quella di oggi è una giornata davvero importante che si inserisce in un percorso di lavoro e collaborazione istituzionale che noi del MoVimento 5 Stelle portiamo avanti da sempre.

Ho incontrato assieme ai nostri consiglieri comunali, Angelo Alfano portavoce M5S SMCV e Silvia Cauli consigliera comunale smcv il Sindaco, perché da una serie di accertamenti da me svolti, su base documentale e grazie alla collaborazione degli uffici della Presidenza del Consiglio dei Ministri, abbiamo vertificato che l’ente comunale vanta un credito di circa 4 milioni di euro che può essere immediatamente riscosso, se il Comune vorrà compensare vecchi debiti e interessi maturati. Ho già interloquito con l’Ente facente capo alla Presidenza del Consiglio è c’è la possibilità e tutta la volontà di far in modo che il Comune possa incassare nel giro di poco tempo circa 3 milioni di euro (comprensivi di compensazione) che saranno rimborsati con una cadenza annuale, con una prima rata anche a partire dai prossimi mesi, previo accordo.

Nello specifico il comune di Santa Maria Capua Vetere, che ospita sul suo territorio quello che in passato era denominato impianto di produzione CDR (combustibile da rifiuti) e che oggi invece si chiama STIR (Stabilimento di Tritovagliatura ed Imballaggio Rifiuti) ha ricevuto negli anni dal 2001 al 2005 circa 1.4 milioni di tonnellate di rifiuti, avendo così diritto ad un ristoro ambientale previsto dalle norme di quegli anni, in cui vigeva il commissariamento rifiuti, che è stato già certificato e quantificato dagli enti preposti.

Santa Maria Capua Vetere soffre di importanti ed annose criticità ambientali la prima è dovuta proprio alla presenza dello STIR che ha un impatto significativo sulla città, e provoca certamente preoccupazioni e continue lamentele dei residenti dovute a cattivi odori che vengono attribuiti dai cittadini presumibilmente allo stesso impianto, e poi siamo Terra dei Fuochi subiamo ancora il fenomeno dei roghi tossici e dell’abbandono incontrollato dei rifiuti, ma per queste problematiche come Governo ci stiamo impegnando al massimo, ma faremo di più, molto di più sperando di trovare la collaborazione fattiva dei comuni che fino ad oggi hanno fatto molto poco. Tuttavia non possono i soldi né cancellare questi problemi, né essere usati come mezzo per imporre ai territori impianti insalubri o altri siti di stoccaggio. Io e tutti i portavoce del M5S nelle istituzioni siamo qui, controlleremo e vigileremo su tutto quel che accade, e siamo sempre a disposizione dei cittadini per qualsiasi azione a tutela dell’ambiente e del territorio.

Questi di seguito sono i quantitativi di rifiuti che furono stoccati a Santa Maria Capua Vetere in kg (comunicati a marzo 2006) da cui derivano i vari milioni di euro che andremo a recuperare per il Comune come ristoro ambientale :

ANNO 2001 – 66.820.071
ANNO 2002 – 377.554.035
ANNO 2003 – 354.131.010
ANNO 2004 – 284.795.980
ANNO 2005 – 316.243.240

Provvederò a fissare un successivo incontro a Settembre per determinare i termini della questione tra il Comune e l’ente che fa capo alla Presidenza del Consiglio dei Ministri per arrivare a definire in modo esatto la cifra definitiva del ristoro che Santa Maria Capua Vetere deve incassare, nel frattempo fateci sapere con i 3/4 milioni di euro che arriveranno cosa vorreste che il Comune possa realizzare per i cittadini, grazie a tutti.