‘Racconti di una notte di mezza estate’, a Palazzo Benucci i due documentari inediti di Rino Della Corte

SANTA MARIA CAPUA VETERE – Rino Della Corte presenta, in anteprima nazionale, due documentari inediti
venerdì 31 luglio e sabato 1 agosto alle 21:30, con ingresso gratuito, nell’ambito della rassegna “Racconti di una notte di mezza estate” a Palazzo Benucci a Santa Maria Capua Vetere, il regista e sceneggiatore Rino Della Corte presenterà due documentari inediti, in anteprima nazionale. Venerdì 31 luglio verrà presentato il documentario “La Santa Protesta, ovvero Viva Palermo e Viva Santa Rosalia”. Il documentario, prodotto da Olà Fabbrica Creativa, è stato realizzato a Palermo in occasione dei mancati festeggiamenti, causa epidemia covid, di Santa Rosalia. Il 14 luglio solo al collettivo di artisti e professionisti dello spettacolo palermitani di ARTE E’ MARTELLO (che già durante il periodo di look-down si sono mobilitati insieme ad SOS Ballarò ed altre associazioni del territorio aiutando le persone e le famiglie in difficoltà) è stata data la possibilità di portare la SANTUZZA nei quartieri popolari della città. Una forma di protesta per lo stato degli artisti e della cultura e dell’arte italiana ma anche un gesto d’amore sconfinato verso la città siciliana. Rino Della Corte racconta in questo documentario un’esperienza unica e particolare, racconta una Palermo diversa e fa rivivere quelle ore in cui la Santuzza girava per strade e piazze fra la meraviglia dei palermitani. A commentare il documentario ci sarà l’antropologo Augusto Ferraiuolo.

Sabato 1 agosto, sempre alle 21:30, invece sarà la volta del documentario “Il cinema a modo mio” che ripercorre la storia del cinema attraverso le immagini dei film più significativi ed importante per Rino Della Corte. Una successione di spezzoni e frammenti che con un montaggio incalzante proietta lo spettatore dentro la settima arte.

Rino Della Corte
Regista e sceneggiatore ha iniziato la carriera giovanissimo realizzando a solo 17 anni i primi documentari e reportage. E’ passato dall’audiovisivo alla televisione collaborando sia con emittenti italiane che straniere. La sua passione per il cinema l’ha portato ad ideare il Mitreo Film Festival che ha diretto per 8 anni. Poi, dopo la collaborazione con Maurizio Scaparro, ha iniziato un percorso teatrale che dura da più di 12 anni con la regia e la scrittura di diversi spettacoli. Dal 2017 è direttore artistico di Olà Fabbrica Creativa che produce spettacoli e audiovisivi.