‘Smcv Attiva’, la replica dell’ass. Baia: “Negli ultimi due anni sostenute più di 700 famiglie”

SANTA MARIA CAPUA VETERE – “Ritengo necessario intervenire per  ripristinare la verità rispetto alla misura straordinaria “SMCV Attiva” di cui si è erroneamente scritto, soprattutto a tutela di quanti intendono partecipare. La misura straordinaria, che si somma ai numerosi servizi ordinari e continuativi attivati, è possibile grazie a fondi di bilancio comunale iscritti nel capitolo dei contributi straordinari trasferiti all’ambito C8. Erogazione disciplinata da un regolamento vigente dal 2017 che prevede la possibilità di accedere a contributi straordinari individuando  criteri – e intendo evidenziare questo aspetto – certi, verificabili, trasparenti ed equi. 
E’ il terzo anno che è in vigore “SMCV Attiva”, una misura che nel 2017 è stata riconosciuta a 357 nuclei familiari, e nel 2018 a 355; anni in cui già erano in vigore altre misure nazionali di sostegno al reddito, SIA/REI, con numeri superiori rispetto a quelli attuali del Reddito di  Cittadinanza, dati rilevati dagli uffici competenti sulla piattaforma GEPI.
Mi ergo a difesa di questa misura per tutelare dalla speculazione politica tutte quelle famiglie che liberamente e serenamente possono accedere a questo contributo natalizio, che lascia libertà di scelta nell”acquisto di  beni di prima necessità., alimentari o farmaceutici,  che ha sostituito “il pacco di pasta” o altre iniziative  erogate a pioggia e con discrezionalità alle quali un tempo si ricorreva”. E’ la replica dell’assessore Rosida Baia all’articolo pubblicato su questo blog qualche ora fa.