Willy Loyola saluta la città e vola negli States, Casillo: “Deluso della scarsa considerazione di questa terra”

SANTA MARIA CAPUA VETERE – “Wilfredo (Willy) Loyola Torriente (Cienfuegos, 31 dicembre 1966) schermidore cubano, naturalizzato italiano e sammaritano, vincitore di due medaglie di bronzo ai campionati mondiali di scherma, e medaglia d’oro individuale e argento a squadra nella spada ai Giochi Panamericani del 1987, dopo aver avviato centinaia di ragazzi della provincia Caserta allo sport della scherma, dopo aver invano chiesto aiuto alle “sorde” Istituzioni nella vana ricerca di una struttura idonea dove poter continuare ad insegnare Scherma, deluso e stanco della poca considerazione di questa terra, domattina “lascia per sempre Santa Maria Capua Vetere e l’Italia”.

A Willy ed a Padik vanno il mio grazie di cittadino Sammaritano per quanto hanno dato a questa città… Fortemente rattristato per questo abbandono, auguro a Willy e Padik tutte le migliori fortune e considerazioni a New York di quanto non abbiano ricevuto nella nostra città…
Lo Sport sammaritano dopo la chiusura della Caserma Mario Fiore con la partenza di Willy Loyola, subisce un altro durissimo colpo.

Grazie Willy … ed in bocca al lupo per la nuova avventura di vita a Te e Padik. Un abbraccio forte”. Con questo post il presidente di Recuperiamo Smcv Giuseppe Casillo mostra tutto il suo disappunto verso chi non ha saputo trattenere sul nostro territorio una risorsa come Willy, professionale, simpatico ed educatissimo ‘sammaritano’ che ha deciso di cercare fortuna altrove. A Willy un grosso ‘in bocca al lupo’ anche da parte di casertareport.