10 Febbraio: la ‘Laga Salvini Premier’ ricorda gli italiani vittime della furia comunista nelle foibe

SANTA MARIA CAPUA VETERE – “Chi ha onestà intellettuale il 10 Febbraio ricorda l’esodo di 300.000 italiani, istriani, fiumani e giuliano dalmati, unitamente alla tragedia di migliaia di connazionali trucidati ed infoibati. Infatti il riconoscimento di questa brutale verità storica ha segnato la vittoria di una battaglia contro decenni di colpevole oblio.
Qualcuno in passato aveva preferito letteralmente rimuovere questo pezzo di tragedia della storia piuttosto che commemorare le vittime e parlare, senza eufemismi, dei carnefici: i comunisti titini che, accecati dall’odio, si resero tristi e feroci protagonisti di un eccidio mostruoso, una vera e propria pulizia etnica. Oggi, a distanza di tanti decenni, è veramente penoso constatare che alcuni segmenti, per fortuna irrisori e quasi scomparsi, del panorama politico italiano, ancora provino a fare ciò. Per noi oggi è semplicemente il giorno del ricordo dei tanti nostri connazionali vittime di quella tragedia comunista”.
Lo hanno dichiarato Alessandro Maffei (commissario cittadino della Lega Salvini Premier di S. Maria CV.) e Andrea Costa (responsabile locale del movimento giovanile).