“L’Area Mercato è una discarica a cielo aperto e alcuni ambulanti sono incivili…”. Leggete un pò cosa ci scrivono dal Parco delle Acacie…

SANTA MARIA CAPUA VETERE – Ogni pazienza ha un limite e quella dei residenti del Parco delle Acacie di Santa Maria Capua Vetere è già stata messa ampiamente a dura prova dall’amministrazione Mirra che consente lo scempio che non esitiamo a denunciare con tanto di ‘foto ricordo’.

“Ciao Pasquale, la nostra Santa Maria Capua Vetere è ferita nell’orgoglio: le condizioni in cui viviamo sono da terzo mondo. Quando puoi fai un giro al Parco delle Acacie dove una discarica a cielo aperto la fa da padrone. L’area in questione, proprio a ridosso dei condomini, non viene mai pulita: siamo costretti a convivere con ratti e puzza tutti i giorni, e con gente maleducata. Alcuni degli ambulanti, infatti, senza vergogna urinano a cielo aperto durante la mezza giornata di lavoro… un vero schifo. Ti prego, dacci voce perché siamo veramente esasperati”.

Ovviamente dare voce al cittadino è la nostra mission e per questo non esitiamo a pubblicare, dopo aver ringraziato l’amica lettrice per la segnalazione, quanto denunciato.

Sulla questione c’è anche un esposto, messo evidentemente in un cantuccio, del Movimento Cinque Stelle che necessita di risposte. A nostro parere non vi sono i requisiti minimi di sicurezza e di igiene: in molti ci hanno denunciato che i bagni biologici non vengono puliti con regolarità e sono a stretto contatto con la merce che due volte a settimana viene venduta sulle bancarelle. Se così fosse qualcuno dovrà assumersi le proprie responsabilità anche di fronte alla legge. Segue!