Amministrative Macerata, in tanti scaldano i motori: ecco lo scenario attuale

MACERATA CAMPANIA – L’emergenza Coronavirus, speriamo ormai alle spalle, ha immediatamente proiettato il comune di Macerata Campania alle prossime elezioni amministrative che si terranno in concomitanza con quelle regionali in programma, a quanto pare e straordinariamente, nel prossimo mese di settembre. In tanti scaldano i motori e tra i candidati potrebbe esserci più di qualche sorpresa. Intanto, possiamo dire senza possibilità di smentita, che la concomitanza del rinnovo del Parlamento Regionale potrebbe influire anche sulle scelte degli schieramenti in campo. Cominciamo dalla maggioranza Cioffi (Unione Democratica): sicuri di far parte della prossima partita i nove consiglieri uscenti, apparsi coesi e uniti verso la riconferma: per gli altri sette posti la richiesta è molto alta viste le numerose adesioni pervenute sulla scrivania del primo cittadino. Diversa è la situazione all’interno del movimento ‘Insieme per il Cambiamento’ la cui leadership è contesa tra il veterano Giuseppe Pagano e la più votata nel 2015 Antonietta Nacca. Quest’ultima ha affidato il lavoro sulla sua immagine all’ex consigliere Fabio Cipro che la sta conducendo per mano in vista della ormai imminente campagna elettorale. Inoltre in tanti si interrogano negli ultimi giorni sulla posizione di Angelo Morrone che invece, come capolista, vorrebbe una figura terza. Ciò che è certo è che la lista punta tutto sulla frazione Casalba dalla quale saranno attinti tanti nuovi candidati tra cui Agostino Barricelli e l’ex consigliere Marco Barricelli che deve, però, ancora sciogliere il nodo sulla tentazione di legarsi al sindaco Cioffi, di rimanere legato al suo amico fraterno Pagano o puntare sul dissidente Alberto Della Gatta. Tra l’altro Giuseppe Pagano è in odore di candidatura alle Regionali: quest’ultimo è legato ad un rapporto di stima e amicizia con Gimmi Cangiano di Fratelli d’Italia e di parentela con Gianpiero Zinzi (new entry nella Lega di Salvini). La scelta sarà ardua. Stanno lavorando ad una loro candidatura all’interno del gruppo che punta a spodestare Stefano Antonio Cioffi anche il veterano dottor Pasquale Nacca, il maresciallo Angelo Salzillo e Salvatore Gravante della frazione di Caturano.